Partners 2016

Pinin Pero

Figli di Pinin Pero fra le aziende leader nell'importazione, lavorazione e confezionamento di differenti tipi di zuccheri, ha deciso di dare vita ad un progetto artistico-culturale che ha come obiettivo il raggiungimento della attribuzione di un nuovo ruolo alla identità della bustina da zucchero comunemente usata.

In questa operazione, identificata con il nome sug@R(T), la bustina fisicamente intesa diverrà non un supporto sul quale riprodurre copie di creazioni artistiche o fotografiche ma "IL" supporto sul quale ed in base al quale l'artista potrà progettare e realizzare il suo operato.

La bustina da zucchero diverrà, quindi, un nuovo tipo di materiale utilizzabile al pari di una tela, di una pellicola fotografica, di un foglio di carta, di una pagina web o di un blocco di marmo. Non solo, ma spazio espositivo itinerante per i luoghi nei quali il contenuto zucchero verrà consumato e il contenitore bustina verrà fruito.

L’idea di elaborare questo nuovo progetto è nata dal desiderio di sperimentare nuove potenzialità di comunicazione cercando di abbandonare l'idea di marketing che relega il packaging, per quanto originale e ricercato, alla mera ed amorfa funzione di contenitore del prodotto.

Figli di Pinin Pero offrirà la sua piena disponibilità a tutti gli artisti che vorranno avvalersi di questo nuovo supporto che è al tempo medesimo strumento di comunicazione, sperimentazione e camaleontico elemento.

BancaSistema2

 

IL PROGETTO “BANCA SISTEMA ARTE”

Nell’ambito delle attività no-profit, Banca Sistema ha scelto di dare vita a un progetto dedicato all’Arte e al patrimonio creativo dei giovani artisti italiani, valorizzando così il talento emergente in campo artistico.

Il progetto no-profit Banca SISTEMA ARTE, nato nel 2011, contestualmente alla fondazione della Banca, si sviluppa principalmente, ma non solo, attraverso l’organizzazione di mostre periodiche volte appunto a promuovere, in taluni casi per la prima volta, il giovane talento creativo.

Accolte anche all’interno delle filiali, delle sale meeting, dei corridoi e degli spazi comuni, hanno trasformato la Banca in una “galleria contemporanea”. A beneficio non solo di clienti e avventori, ma anche dei suoi dipendenti.

Allo scopo di fornire all’artista di volta in volta ospite del progetto uno strumento di ulteriore visibilità, favorendone e valorizzandone il percorso, la Banca ha prodotto e pubblicato, in occasione di ogni esposizione, un catalogo bilingue (italiano-inglese), completo di codice ISBN per la vendita e la distribuzione, a cura di una casa editrice specializzata.

In diversi casi, la scelta di produrre i cataloghi anche in lingua inglese ha consentito ad alcuni artisti di farsi conoscere all’estero e intraprendere percorsi internazionali

Inoltre, in occasione dell’inaugurazione delle diverse mostre, sono di frequente stati organizzati incontri divulgativi e di approfondimento aperti al pubblico sui temi della valorizzazione del patrimonio creativo contemporaneo e del collezionismo, con l’obiettivo di contribuire a una maggiore sensibilizzazione nei confronti del settore.

Allo scopo di garantire una adeguata visibilità e completezza al progetto, è stato creato anche un mini-sito - bancasistemarte.it - in lingua italiana e inglese, interamente dedicato a Banca SISTEMA ARTE, arricchito di interviste, dei cataloghi in formato digitale, di informazioni e immagini relative agli artisti e alle mostre ospitate

L’intero progetto è curato internamente dalla Direzione Marketing e Comunicazione; mentre la scelta degli artisti e la realizzazione dei testi critici dei cataloghi è operata in collaborazione con associazioni e professionisti che operano con giovani emergenti.